Sabato, Novembre 18, 2017

It En Français

Che cos’è?

Il curriculum vitae rappresenta il primo contatto con il potenziale datore di lavoro per questo è importante presentarsi in modo chiaro e interessante. Un buon curriculum deve essere chiaro, preciso, ordinato e completo di tutte le informazioni attinenti alla posizione che si vuole ricoprire…cercando però di non annoiare il lettore! Lo scopo del curriculum è quello di ottenere un colloquio. Il curriculum non è qualcosa che si scrive una volta per tutte, ma va aggiornato continuamente e modificato in relazione alla figura professionale per la quale ci si candida.

Tipi di curriculum:

A seconda di come viene strutturato il suo contenuto, il curriculum vitae si presenta in tre tipi :  cronologico, funzionale o attitudinale.
Il curriculum vitae cronologico é lo schema più utilizzato in quanto evidenzia l’ evoluzione del percorso formativo e professionale; le informazioni vengono indicate in ordine cronologico.
Il  curriculum vitae funzionale evidenzia le esperienze fatte, tralasciando la cronologia. Si focalizza soprattutto sulle capacità professionali, per questo risulta adatto a chi ha una ricca carriera professionale e per chi presenta intervalli prolungati nel percorso lavorativo.
Il curriculum vitae attitudinale rappresenta una combinazione flessibile degli altri due tipi di curriculum. Vengono indicate le abilità funzionali acquisite, le diverse esperienze lavorative e le informazioni relative alla formazione.

Informazioni necessarie

Nel curriculum vitae è indispensabile fornire:

  • Dati anagrafici: nome e cognome, data e luogo di nascita, codice fiscale, residenza e domicilio (se diverso), recapiti.
  • Studi, terminati e in corso: titolo conseguito, eventuale votazione; iscrizione all'Ordine/Albo di riferimento ; corsi di formazione professionale o post-lauream (durata, ente organizzatore, rilascio di qualifica o attestato)
  • Esperienze professionali: periodo, durata, ruolo ricoperto, mansioni svolte ed eventuali  responsabilità ricoperte, datore di lavoro
  • Esperienze extraprofessionali (associazioni, volontariato, etc.) solo se attinenti alla posizione professionale per la quale ci si candida.
  • E’ importante segnalare le lingue straniere conosciute, parlate e scritte, precisando il livello di conoscenza  e le competenze informatiche.
  • Altre informazioni: il possesso di patente specificando la categoria,  la disponibilità agli spostamenti, la disponibilità a seguire corsi di formazione.

Suggerimenti

Sono considerate inopportune e non devono mai essere indicate nel curriculum, informazioni quali ad esempio referenze, certificati, profili di personalità e risultati ad eventuali test. La foto deve essere inserita solo se richiesta o se ci si candida per specifiche posizioni. Il curriculum deve essere chiaro anche nell’esposizione quindi attenzione all’impaginazione, scegliere i caratteri più comuni, non eccedere nel numero di pagine.

Concludendo…

Non esistono regole e suggerimenti validi una volta per tutti ma è necessario tenere sempre in considerazione che il curriculum rappresenta il proprio biglietto da visita!